Per fare buona musica serve allenamento

Pianoforti Tastiere
Studiare musica: l'importanza dell'allenamento  - Yamaha Music Club

Tra i tantissimi benefici che lo studio della musica può portare alla crescita di ogni individuo c’è lo sviluppo del senso della perseveranza, della forza di volontà e dell’autodisciplina.

So che vi aspettate che dica che “studiare musica è sempre e solo un gioco divertente e gratificante, nessuna fatica e nessuno sforzo”! Mi spiace deludervi… non è così! O quanto meno non è “sempre” così. Per riuscire a progredire sul proprio strumento, è necessario un apprendimento graduale, quotidiano, fatto di pazienza, di ripetizioni, talvolta di momenti di scoraggiamento o fatica. Insomma, prima di padroneggiare bene un brano e poter provare “piacere” nel suonare o cantare per sé stessi o per gli altri, è necessaria una certa dose di esercizio.

Del resto per eccellere in qualunque disciplina è necessario allenarsi: nessun grande manager ottiene risultati lavorando pochi minuti al giorno! Conoscete la “regola delle diecimila ore”? Studi scientifici hanno dimostrato che per ottenere prestazioni di qualità e di eccellenza sono necessarie più o meno 10.000 ore di allenamento in quella disciplina! Circa 416 interi giorni di 24 ore! Il talento, da solo, non basta per raggiungere l’eccellenza. Servono auto-disciplina e determinazione. E lo studio della musica, fin da piccoli, allena queste due importanti qualità in modo fantastico.

Mother teaching daughter to play piano. The girl is aged 7. Mother and girls are sitting by the old piano in a sunny room.

Parlavo proprio ieri con la mamma di un’allieva che frequenta una delle nostre Scuole di musica Yamaha. Barbara mi raccontava di come avesse potuto notare nella sua bambina un grande incremento degli aspetti legati alla caparbietà, alla perseveranza e alla forza di volontà grazie allo studio della musica. Parlavamo di come il desiderio e il piacere di suonare rappresentasse per la piccola la motivazione, la forza motrice dello sviluppo della autodisciplina e della forza di volontà.

La musica ha insegnato a sua figlia a “non mollare”, ad impegnarsi con determinazione fino al raggiungimento dell’obiettivo, nonostante la giovane età. Questo accade quotidianamente, ogni volta che si mette al pianoforte e si prepara per una lezione, affrontando e risolvendo le difficoltà dei singoli brani; ma accade anche nei momenti della preparazione di saggi, piccoli esibizioni pubbliche o i primi concerti. Con Barbara pensavamo a quanto fosse importante questo per un bambino: riuscire, sentirsi capace, bravo, in grado di superare la difficoltà attraverso la propria forza di volontà è un nutrimento importantissimo per la propria autostima e la sicurezza di sé.

Qualcuno ha detto che “Il genio è 1% talento e 99% fatica”, ma io preferisco finire con un pensiero di una mia cara amica, Marta: “Una vita di successo non è fatta di assenza di ostacoli, ma di ostacoli superati”.

Chi sono – Roberta Ferrari Ciao! Mi chiamo Roberta Ferrari e sono la responsabile didattica e della formazione degli insegnanti del settore Educational di Yamaha Music Europe, branch Italy. Sapevate che Yamaha avesse anche un settore “Educational”? Da oltre cinquant’anni Yamaha, ha sviluppato un innovativo metodo per l’insegnamento della musica a bambini, ragazzi ed adulti, continuamente in evoluzione. Un passo alla volta, se lo vorrete,  vi guiderò alla scoperta di questo affascinante mondo dell’insegnamento della musica e non solo.

Se vuoi saperne di più sui corsi e sul metodo di educazione musicale Yamaha, scrivi a: didattica-ML@music.yamaha.com

Lascia il tuo commento o chiedici un consiglio

Altri articoli in Cresci con la musica