Clavinova CSP, quando l’acustico sposa il digitale

Pianoforti
Clavinova CSP tra a custica e digitale - Yamaha Music Club

Non c’è settembre che si rispetti che non porti novità. Ma questa novità è talmente nuova che non so da che parte iniziare a raccontarvela. Yamaha ha creato una nuova categoria di Clavinova, che ha chiamato CSP.

  • Il Clavinova CSP è innanzitutto un pianoforte. Digitale, certo. Ma è talmente lineare, minimalista, privo di schermi e di pulsanti esterni, che sembra quasi un acustico. E del pianoforte ha tutto: tastiera in legno con scappamento, suoni del pianoforte da concerto Yamaha CFX e Bosendorfer Imperial.
  • C’è addirittura una piano room, una stanza virtuale nella quale potrete scegliere quale pianoforte suonare, in quali condizioni acustiche (cattedrale, teatro, palco…) e con chi. Già, perché c’è anche una band pronta a creare accompagnamenti istantanei per le vostre performance, seguendo da sola le vostre armonie e le vostre dinamiche.
  • Non manca anche un ingresso microfonico, se volete dilettarvi a cantare.
  • Molti i suoni, dai raffinatissimi campionamenti strumentali delle chitarre agli strumenti a fiato.

Se siete stati attenti, dovrebbe frullarvi in testa questa domanda: “Come faccio a utilizzare tutte queste funzioni senza uno schermo e senza un pannello di controllo?”. Eccoci al dunque: il CSP è uno smart piano. Questa è la grande novità. Bello e lineare fuori, ultra tecnologico dentro, smart nell’approccio: basta infatti connettere il vostro smartphone o tablet e, grazie alla app Smart Pianist, avrete tutte le funzioni a disposizione, comprese:

  • La creazione istantanea di spartiti tratti dai brani presenti nel vostro device.
  • Un metodo di apprendimento per mezzo delle luci guida, collocate (ma ben nascoste) sopra i tasti della tastiera.
  • Stili di accompagnamento pop, jazz, latin o ispirati alla musica proveniente da tutto il mondo.
  • La possibilità di sovrapporre suoni o dividere la tastiera in due parti, assegnando un suono diverso a ciascuna.
  • La possibilità di registrare le vostre interpretazioni facilmente, per riascoltarle subito o salvarle.
  • Un registratore che vi permetterà di sovrapporre fino a 16 tracce suonate con strumenti diversi per creare i vostri arrangiamenti. E, quando il brano è pronto, potete caricarlo su Cloud e condividerlo con chi volete.

Smart, vero?

Chi Sono – Marta Caldara Concertista, formatrice, dimostratrice. Qualsiasi attività preveda l’utilizzo di un pianoforte mi trova sempre coinvolta in prima linea! Adoro l’atmosfera del live e centinaia sono i progetti di questo tipo che mi vedono impegnata. In questo blog vi terrò aggiornati sui progetti e sulle ultime novità dal mondo Yamaha.

Hai trovato l’articolo interessante? Lasciaci un commento.

RESTA IN CONTATTO!

Non perderti i prossimi aggiornamenti di Yamaha Music Club!

RICEVI LE NEWS
Altri articoli in Live & Studio