L’innovazione nell’anima: AvantGrand, creata per entrare in risonanza con te

Pianoforti
L’innovazione nell’anima: AvantGrand - Yamaha Music Club

Se non conoscete gli AvantGrand, non avete idea di dove si sia spinta la tecnologia Yamaha. Un genere a sé di pianoforte, non acustico, ma neanche un semplice digitale, o forse è entrambi, perché in realtà è un ibrido. Ok, andiamo con ordine. Gli AvantGrand sono quattro, N3, N2, N1 e NU1. Sono pianoforti con la meccanica del pianoforte acustico (proprio quella, non è che LE assomigli!) e il suono digitale. Non avete idea di quanto siano realistici. Più volte ho visto pianisti sporgersi dentro il mobile, increduli di non trovarvi le corde: sarà per il suono, sarà per la meccanica, la tastiera, la tavola armonica, la pedaliera, l’amplificazione… Sui modelli AvantGrand N3, N2 e N1, i primi nati, la ripresa del suono è stata effettuata in quattro punti diversi, tre vicini alla martelliera ed uno dalla parte opposta della cordiera, e lì sono stati posizionati gli altoparlanti. Quindi quando siete seduti al pianoforte e state suonando, sentite il suono provenire esattamente dalla zona della cordiera da cui è stato campionato, dalla coda o dal mobile verticale che sia. Solo che la cordiera non c’è. Al suo posto troviamo quattro altoparlanti spaziali acustici. Niente a che vedere con il suono di due casse left e right, ve lo assicuro! Le vostre dita si muovono su una tastiera agile e perfettamente calibrata, quella dei pianoforti a coda Yamaha. E se state suonando un AvantGrand N3 o N2, è ricoperta da ivorite, un innovativo materiale che imita l’avorio naturale. I pedali riproducono tutti i movimenti possibili e le sfumature più sottili che puoi immaginare. La lira dei tre pedali del modello a coda (N3) è esattamente quella del pianoforte acustico. Ma la cosa più sconcertante è che mentre suoni, lo strumento vibra insieme a te, come vibrerebbe lo strumento acustico originale, soggetto com’è alle reazioni fisiche tra le corde, alle dissonanze, alle dinamiche che coinvolgono il legno della tavola armonica, del mobile, del pianale che contiene la tastiera, della tastiera stessa e persino i pedali. Chiudi gli occhi, suoni un accordo e senti…

avantgrand_n1_z_7001_f

 

Il modello AvantGrand NU1 ha le fortune dell’ultimo nato: il campionamento del pianoforte a gran coda CFX e l’uscita usb a cui collegare una pendrive per riprodurre e registrare audio. Mentre la U indica la serie di pianoforti verticali Yamaha da cui eredita la meccanica dei tasti. Tutta la serie ha ovviamente anche altri suoni, d’ispirazione pianistica, un pannello di controllo da cui regolare tutti i parametri, come riverbero e volume, due uscite per le cuffie e due per essere amplificati su un palco o registrati in studio. Il tutto contenuto in mobili eleganti, nero lucido, dal design moderno e funzionale, adattabili a qualunque ambiente, pubblico o privato. Vi consiglio caldamente di andare a provarli presso un rivenditore AvantGrand autorizzato. CLICCA QUI E SCOPRI IL RIVENDITORE PIÙ VICINO A TE! Molti artisti ne hanno già parlato, vi riporterò presto qualche intervista. Ma ora vi do la vera notizia: sta per uscire un nuovo modello. A coda. Si chiamerà AvantGrand N3X. Io non l’ho ancora provato, ma non vedo l’ora. Stay tuned!

Chi Sono – Marta Caldara Concertista, formatrice, dimostratrice. Qualsiasi attività preveda l’utilizzo di un pianoforte mi trova sempre coinvolta in prima linea! Adoro l’atmosfera del live e centinaia sono i progetti di questo tipo che mi vedono impegnata. In questo blog vi terrò aggiornati sui progetti e sulle ultime novità dal mondo Yamaha. 

Hai trovato l’articolo interessante? Lasciaci un commento.

RESTA IN CONTATTO!

Non perderti i prossimi aggiornamenti di Yamaha Music Club!

RICEVI LE NEWS
Altri articoli in Pianoforti
Make_waves

Make Waves con Yamaha

Altri articoli in Live & Studio