Vendite di vinile superano i download di MP3

Home Audio
Le vendite dei vinili superano i download di MP3 - Yamaha Music Club

I dischi in vinile? Altro che musica per vecchi nostalgici. Gli ultimi dati di mercato dicono che la vendita di 33 giri è in costante aumento e anno dopo anno conquista nuovi record. Secondo dati forniti dall’Entertainment Retailers Association già nel mese di dicembre 2016 le vendite di vinile avevano superato per la prima volta i download di mp3. La società di ricerca Delotte conferma questo trend con una crescita percentuale del fatturato a doppia cifra anche nel 2017.

Non è una novità. Anche se il mercato della musica è sempre più concentrato sul digitale ed in particolare sullo streaming, le vendite di vinile sono in crescita costante dal 2010. Le ultime stime dicono che il fatturato dei dischi a 33 giri nel 2017 supererà il miliardo di dollari. Un livello che non si vedeva dal 1980 e che corrisponde a circa il 15% del mercato fisico.

Certo la riscoperta del vinile non basta a risolvere tutti i problemi delle case discografiche, da molti anni alle prese con una crisi difficile da risolvere. Se gli lp battono nuovi record di vendita, mp3 e cd sono infatti in netta controtendenza e avviati sulla via del tramonto. Per l’industria della musica si tratta comunque di una boccata d’ossigeno: gli Lp hanno un costo maggiore e consentono margini di guadagno più ampi.

Ciò che sorprende è come i microsolchi analogici siano riusciti a conquistare una fetta di pubblico così ampia e trasversale per età e gusti musicali. Negli anni in cui si completa la digitalizzazione della musica, c’è una fetta di appassionati desiderosa di avere ancora tra le mani qualcosa di tangibile con cui ascoltare le canzoni preferite. Come mai? Se è vero che lo streaming consente di disporre di un catalogo infinito di brani a costi irrisori, si tratta pur sempre di musica virtuale, che materialmente non esiste e soprattutto non si possiede. Discorso totalmente diverso per il disco a 33 giri, dove alla bellezza e al fascino dell’oggetto corrisponde un vero e proprio rituale dedicato al suo utilizzo.

Gli appassionati di vinile lo sanno bene. La loro riscoperta, veicolata anche da iniziative di scambio e condivisione come il Record Store Day, ha fatto rinascere anche il mercato dei giradischi e risalire le vendite dei vecchi hi-fi. Una versione moderna e tecnologica dei vecchi impianti stereo che con la loro ingombrante presenza dominavano i salotti delle case.

Malgrado la riscoperta di questo affascinante passato dal sapore vintage, il futuro della musica rimane comunque legato alla musica digitale. Se è vero che le vendite di vinile crescono, è anche vero che l’ascolto di musica in streaming negli ultimi 5 anni è cresciuto di circa cinque volte. Attualmente l’insieme dei servizi on the cloud detengono circa il 40% del mercato complessivo della musica. Il buon vecchio vinile si deve accontentare di una piccola fetta del 4%.

Chi sono – Fulvio Binetti: Musicista, compositore, autore e producer. Editore di Bintmusic.it e blogger di musica e dintorni, si occupa di consulenza nel campo della comunicazione.

Hai trovato l’articolo interessante? Lasciaci un commento.

RESTA IN CONTATTO!

Non perderti i prossimi aggiornamenti di Yamaha Music Club!

RICEVI LE NEWS
Altri articoli in Articoli Vivi la tua passione